Skip to main content

DESCRIZIONE

L’Eucarestia, il corpo di Cristo si e’ fatto pane per noi!

“…tutta l’umanità trepidi, l’Universo intero tremi e il cielo esulti, quando sull’altare , nella mano del sacerdote, è presente Cristo, il Figlio del Dio vivo…”

Questa frase é una citazione del capitolo generale tratta “Dalla lettera a tutto l’Ordine” scritta da San Francesco d’Assisi molto probabilmente dopo il 1221 ed è una vera e propria lode alla mensa del Signore in cui si esalta la preziosità e la regalità del dono dell’Eucarestia.

Questo testo e’ stato scritto in un momento non molto edificante per la Chiesa in cui i frati ed i sacerdoti avevano perso il senso di responsabilita’ e di gioia di essere ministri del dono dell’Eucarestia.

I sacerdoti infatti, per guadagnare con le messe, celebravano piu’ volte al giorno; altri invece abbandonavano il tabernacolo che diventava una tana per i topi; le Chiese non venivano curate ne’ per l’aspetto ne’ per la pulizia.

Per questo motivo San Francesco, verso il 1222, intraprese una campagna di riabilitazione del Santissimo Sacramento scrivendo delle raccomandazioni ai sacerdoti che dovevano tornare a vivere il momento dell’Eucarestia come un dono.

Con questo quadro, il Gruppo Folkloristico di Castelraimondo ha voluto rappresentare il momento Sublime in cui il Corpo di Cristo e’ nelle mani del sacerdote, a testimonianza dell’amore di Gesu’ che si e’ fatto pane per rivivere in noi